Organizzare un viaggio fai da te



1. Il VOLO

Il primo passo per l'organizzazione del viaggio sta nel trovare il volo più economico.
Per cercare i voli utilizziamo diversi siti:
Lastminute dà la possibilità di visualizzare su un’unica schermata i prezzi su giorni diversi, quindi, avendo un minimo di flessibilità, cerchiamo prima su questo sito per poi verificare con gli altri. Il servizio clienti di lastminute è molto efficiente, li abbiamo contattati con richieste diverse e ogni volta hanno risposto rapidamente.
ricerca con lastminute
Una volta individuato il volo migliore proviamo a guardare sul sito della compagnia aerea. Se costa meno, o se ha lo stesso prezzo, preferiamo acquistare i biglietti direttamente dalla compagnia, altrimenti ci affidiamo al sito più economico.
Al momento dell’acquisto del volo viene proposta un’assicurazione annullamento, di solito noi l’acquistiamo separatamente, quindi non selezioniamo mai quella delle compagnie.

Quando acquistare il volo intercontinentale?
Le migliori offerte (soprattutto per l’Oriente) si trovano a gennaio / febbraio per volare ad agosto; oppure a luglio / agosto per volare a dicembre.

Voli Interni / Low Cost
Una volta stabilita la destinazione del volo intercontinentale, ci informiamo per eventuali voli interni. 
Per l’Oriente, acquistiamo i voli con Air Asia, ottima compagnia low cost. Vola in tutti i paesi del sud-est asiatico, Bangkok, Kuala Lumpur, Singapore e Giacarta sono gli hub principali.
Quando acquistiamo voli con Air Asia solitamente facciamo un biglietto per tratta. Bisogna poi ricordarsi di acquistare un eventuale bagaglio da spedire (quello da 15 kg costa tra i 3 e i 10 euro a seconda della distanza del volo). Inoltre la compagnia permette di acquistare il pasto e il posto a bordo. Per il posto, se non lo si acquista durante la prenotazione, la compagnia lo assegna automaticamente. 
Il check in è possibile farlo on-line subito dopo l’acquisto dei biglietti.

Negli Stati Uniti le varie compagnie applicano prezzi abbastanza simili, una volta prenotato il volo intercontinentale conviene acquistare rapidamente i voli interni. Anche con le compagnie low cost americane i bagagli sono sempre esclusi, ad eccezione di Southwest e Jetblue.

Viaggiare in Europa
Per viaggiare in Europa solitamente ci affidiamo a Ryanair, oppure, per comodità, a compagnie di linea che partono anche da Torino.

Compagnie aeree 
Le migliori compagnie con cui abbiamo volato sono state la Qatar Airways e la Oman Air
In Europa la migliore è Lufthansa, anche se il servizio di bordo e la comodità della classe economy è inferiore rispetto alle compagnie del Medioriente.  

2. Il VISTO

Una volta decisa la meta del viaggio e dopo aver acquistato i voli, ci informiamo per le procedure di ingresso nei vari paesi.
E’ molto utile il sito del Ministero degli Esteri viaggiare sicuri.
Per i torinesi / piemontesi, a Torino c’è l’agenzia Box Office che procura visti per tutto il mondo. 
Per entrare negli Stati Uniti è necessario avere l'ESTA, si fa la richiesta online prima di partire ed è obbligatorio avere il foglio con il numero di accettazione al momento di ingresso negli USA. 
  
    3. L’ITINERARIO

Arriva il momento di stabilire un itinerario, iniziamo quindi a leggere guide, diari di viaggio, forum e siti.
La guida che preferiamo è la Lonely Planet, che contiene molte informazioni pratiche su come muoversi, dove alloggiare, cosa vedere; molto utile anche la sezione forum della Lonely.
Altre guide che a volte consultiamo sono la Rough e la Routard.
    




           4. Gli HOTEL

Dopo che si è stabilito l’itinerario (sempre che lo si voglia stabilire) bisogna decidere se prenotare gli hotel. Sia nel sud-est asiatico che negli Stati Uniti non è necessario prenotare, si trova posto piuttosto facilmente anche nei periodi di alta stagione.
Quando decidiamo di prenotare gli hotel, cerchiamo le località che ci interessano e verifichiamo su tripadvisor / booking.com / trivago le recensioni delle varie sistemazioni. Cerchiamo poi di scegliere le guesthouse / gli hotel con miglior rapporto qualità prezzo.
Per trovare le sistemazioni nel sud-est asiatico, le scegliamo dal sito di tripadvisor oppure asiarooms e poi contattiamo direttamente le guesthouse tramite mail, altrimenti si trovano parecchie sistemazioni sul sito agoda, da dove si può prenotare direttamente. 
Per prenotare hotel in Europa utilizziamo invece booking.com poiché non prelevano i soldi dalla carta di credito e spesso la prenotazione è cancellabile fino al giorno prima.
Per prenotare motel negli Stati Uniti si può andare direttamente sui siti delle varie catene: Motel6, Super8, Travelodge, Ramada, Howard Johnson, Days Inn. E' possibile trovare dei buoni sconto su siti come ABN

    5. Le ESCURSIONI

Una volta deciso l’itinerario, ipotizziamo già eventuali escursioni che vorremmo fare una volta sul posto.
In alcuni paesi è meglio prenotare in anticipo le escursioni, soprattutto se si viaggia in alta stagione (agosto in particolare). 
Ad esempio, in Malesia abbiamo stabilito prima cosa fare e poi abbiamo contattato agenzie locali per prenotare i servizi. Non passiamo mai dalle agenzie italiane per evitare di pagare servizi per una cosa che possiamo fare autonomamente. 
In alcuni casi è possibile contattare direttamente i parchi nazionali o le associazioni che si occupano di centri o strutture. 
La maggiore fonte di informazione circa le escursioni da fare sono internet (come sempre) e le guide come Lonely Planet. 


    6. L’ASSICURAZIONE

Prima di partire è bene acquistare un’assicurazione che copra le spese mediche quando si è all’estero.
Negli ultimi anni abbiamo sempre acquistato un’assicurazione annuale, poiché facendo due viaggi lunghi l’anno, conviene acquistarne una che copra un anno intero anziché una singola per ciascun viaggio.
Solitamente ci assicuriamo con AIG, i massimali delle spese mediche nella copertura platino sono di 20 milioni di euro e inoltre include l’annullamento e interruzione del viaggio.

    7. Le VACCINAZIONI 

Prima di partire è meglio informarsi su eventuali vaccinazioni da fare, si trovano queste informazioni sui siti del Ministero della Salute e viaggiare sicuri e rivolgendosi all'ufficio di igiene della propria città. Sicuramente sapranno darvi tutte le informazioni che cercate! 





8. La VALUTA LOCALE


Nella maggior parte dei paesi visitati è piuttosto facile trovare bancomat e banche per il prelievo di soldi. Noi però preferiamo portarci euro e cambiare direttamente sul posto per evitare di pagare commissioni alla banca. 
In molti paesi (come in Indonesia) il prelievo massimo è molto basso, quindi più prelievi significano più commissioni. 
Negli uffici di cambio non fanno pagare commissioni, ovviamente bisogna fare attenzione all'importo che ti consegnano, bisogna ricontrollare sempre. Meglio diffidare di quelli che hanno tassi di cambio decisamente più alti rispetto alla media, potrebbero cercare di fregarvi. 
Ci portiamo sempre delle carte di credito e bancomat, per avere maggiore disponibilità, ma difficilmente li utilizziamo. 
In alcuni paesi (come la Cambogia) utilizzano il dollaro americano come valuta locale, quindi è necessario informarsi ed eventualmente portare dietro dollari invece di euro.  

9. I BAGAGLI (zaini)

E passiamo alla parte più interessante perchè vicina alla partenza! 
La preparazione dei bagagli!
I nostri bagagli sono, per i viaggi lunghi, degli zaini. 
Abbiamo uno zaino da 40 litri (acquistato da Decatlon) e uno un po' più grande da 55 litri. Portiamo lo zaino da 40 litri come bagaglio a mano, insieme ad un altro zainetto più piccolo. Lo zaino grande lo spediamo. 
Nei bagagli a mano devono starci:
tutti i cambi di abbigliamento intimo, un paio di magliette, una maglietta maniche lunghe e un paio di pantaloni di ricambio, infradito, il pigiama, tutte le medicine, i sacchi lenzuolo, eventuali costumi e maschera con boccaglio; poi, naturalmente, tutta l'elettronica: macchine fotografiche, cellulari, caricabatterie con adattatori, torce, lettori mp3. Infine tutti i documenti di viaggio, stampe di biglietti aerei e di prenotazioni effettuate, guide, passaporti, soldi e carte. 
Nel bagaglio da spedire mettiamo:
altri cambi di abbigliamento, la zanzariera da letto, un coltellino multiuso, un accappatoio in microfibra,  k-way, cappelli, un paio di scarpe di ricambio, i liquidi che non riusciamo a portare nel bagaglio a mano e, se andiamo al mare, prendiamo anche i teli in microfibra/ pareo, le pinne da snorkeling e le scarpette per camminare in spiaggia.
Cosa lasciare a casa: 
per il tipo di viaggi che facciamo, oltre a lasciare a casa scarpe alte e vestitini, riduciamo al minimo i liquidi...ovunque si vada, dal Laos alla Malesia, dagli Stati Uniti ai Caraibi, si trova facilmente tutto ciò di cui si ha bisogno! Bagnoschiuma, shampoo, balsamo, creme solari, antizanzare...e spesso costa tutto meno che in Italia! Quindi alleggirite gli zaini e lasciate a casa quello che potete acquistare direttamente sul posto!
Abbigliamento: 
quando facciamo pulizia negli armadi, alcune cose da buttare le teniamo per portarle in viaggio e buttarle una volta utilizzate. 
Portiamo solo cose comode, in Asia in particolare è meglio avere pantaloni lunghi, magari una sciarpina leggera per coprirsi quando si entra nei templi e per non mancare di rispetto alla popolazione...o da usare come mascherina quando si viaggia nella polvere o nel traffico (...magari con i tuk tuk). 
In Asia, si trovano tantissime lavanderie e spesso le guesthouse offrono questo servizio. Il prezzo sta intorno a 1 euro o un 1 dollaro al kg, quindi, per essere più leggeri e avere più spazio per gli (eventuali) acquisti, conviene portare meno roba possibile e farla lavare sul posto! 
Poi vale il discorso già fatto prima, ovunque si può trovare tutto quello di cui si ha bisogno! 
Medicinali: 
Discorso a parte si può fare sulle medicine. Di solito prepariamo tutto quello di cui abbiamo bisogno e lo portiamo dall'Italia, magari non è sempre facile reperire tutto oppure non è facile farsi capire dal farmacista! 
Di seguito un elenco delle medicine che portiamo con noi:
  • cerotti, bende, garze e salviette disinfettanti
  • disinfettante per superfici
  • antinfiammatorio (aulin, moment)
  • cortisone (bentelan)
  • antipiretici (tachipirina, aspirina)
  • antibiotico a largo spettro
  • antidiarroico (imodium)
  • spray per le vie respiratorie
  • collirio
  • pillole antivomito (per il mal d'auto)
  • termometro
  • pomate contro eritemi, scottature e punture d'insetto
  • pomate per dolori muscolari e articolari
  • fermenti lattici (che iniziamo a prendere 2 settimane prima della partenza e continuiamo durante tutto il viaggio)

Come fare lo zaino: 
  • disporre tutte le cose più pensanti sul fondo;
  • mettere tutti i vestiti all'interno di buste di plastica per evitare che si bagnino in caso di pioggia e per comodità quando si deve disfare e rifare lo zaino;
  • mettere le cose più utilizzate nelle tasche più comode (ad esempio mettiamo le infradito sempre nelle tasche laterali);
  • ricoprire lo zaino con un coprizaino. 
Questo video è interessante per imparare a risparmiare spazio!!!....

Da non dimenticare mai: 
quando si intraprende un viaggio lontano da casa bisogna assolutamente ricordarsi il rispetto per la gente, i luoghi e la cultura, il buonsenso, la curiosità e la prudenza. 

Quando portare il trolley:
quando partiamo per pochi giorni, usiamo i trolley da cabina e portiamo solo bagaglio a mano. 
In viaggi in cui ci spostiamo spesso in auto, come ad esempio un on-the-road americano. 

10. Il CHECK-IN ONLINE

La maggior parte delle compagnie permette di fare il check-in online a partire da 23 ore prima della partenza e permette di effettuare il check-in per tutte le tratte incluse nel biglietto. 
Ryanair permette il check-in online da 15 giorni prima, con Air Asia invece è possibile effettuarlo appena acquistato il biglietto. 
Fare il check-in online è più semplice di quanto si pensi. Alcune compagnie come lufthansa hanno anche i demo che spiegano come fare. 
In generale, per effettuare il check-in è necessario avere a portata di mano il numero di prenotazione (di solito un codice di 6 caratteri). 
Con quello e cognome e nome del viaggiatore si accede al servizio. 
E' possibile modificare il posto a sedere sul velivolo e scegliere quello preferito, una volta deciso il posto si può emettere la carta di imbarco e stamparla immediatamente (con alcune compagnie è possibile averla direttamente su smartphone). 
Se la prenotazione è per più persone, si possono fare tutti i check in contemporaneamente, senza dover ripetere la procedura.
Alcune compagnie, tipo Ryanair ed Air Asia, richiedono anche il numero del documento del passeggero (passaporto o carta d'identità), meglio avere a portata di mano anche questa informazione. 
Per gli Stati Uniti, al momento del check in, è necessario inserire i dati del passaporto, dell'ESTA e l'indirizzo negli Stati Uniti. 
Quale posto scegliere? 
Noi cerchiamo sempre di stare il più avanti possibile e di avere due posti vicini, di cui uno vicino al finestrino. Per saperne di più consigliamo di dare un'occhiata a questo sito.
Se si devono spedire i bagagli, all'arrivo in aeroporto si va al banco di drop-off della compagnia aerea e si consegna il bagaglio che rivedrete una volta arrivati a destinazione.

11. IN AEROPORTO

Nei nostri viaggi abbiamo spesso voli in coincidenza. 
Ormai in quasi tutti gli aeroporti di transito è necessario ripassare dal metal detector (tranne per voli all'interno dell'Europa), quindi è bene prevedere di avere abbastanza tempo tra un volo e l'altro (con 1 ora si può stare tranquilli). 
Come prima cosa bisogna verificare se i voli arrivano e partono nello stesso terminal. Quando sappiamo di dover ripartire da un terminal diverso da quello di arrivo, solitamente scarichiamo la mappa dell'aeroporto (si trova sicuramente sul sito di ciascun aeroporto) e verifichiamo se esistono dei collegamenti interni (bus o trenini) tra terminal.
Controllare sempre sulla carta di imbarco il gate del volo di partenza e seguire i segnali in aeroporto. 
In Europa, l'aeroporto più comodo e meglio organizzato è quello di Monaco, il peggiore probabilmente è Parigi CDG.

12. INCONVENIENTI 


In viaggio possono sempre capitare inconvenienti che non dipendono da noi. 
Sulla base della nostra esperienza, proviamo a dare qualche suggerimento.
          • Perdere il volo
A volte può capitare di perdere il volo in coincidenza. A noi è capitato a causa del maltempo in Europa.
La prima cosa da fare è recarsi al banco informazioni che si trova all'interno del terminal, loro vi manderanno alla biglietteria/ufficio della vostra compagnia aerea. 
La compagnia vi deve riprogrammare su qualsiasi altro volo disponibile che vi faccia raggiungere la vostra destinazione. 
Se per caso avete un altro volo interno (ad esempio con una compagnia low-cost) dalla vostra destinazione del volo intercontinentale e non riuscite a prenderlo, dovrete riacquistare un altro biglietto aereo. In seguito, potreste cercare di farvi rimborsare il nuovo biglietto dalla compagnia che vi ha fatto perdere il volo interno.
      • Bagaglio smarrito  
State aspettando il vostro bagaglio quando improvvisamente il rullo si ferma! 
Il vostro povero bagaglio è finito chissà dove...
Armatevi di pazienza e andate all'ufficio Lost&Found, tramite la ricevuta che vi hanno lasciato al momento del check-in riusciranno a scoprire dove si trova il vostro bagaglio. 
Dovrete compilare un modulo di smarrimento e lasciare dei punti di contatto e un indirizzo dove farvi recapitare il bagaglio. 
Dopo qualche giorno dovreste rivederlo!
      • Incidenti in auto  
Potrebbero capitare dei piccoli incidenti in auto, magari delle sciocchezze, ma quando si tratta di un auto a noleggio può essere un problema. 
A noi è capitato negli Stati Uniti, ecco come ci siamo comportati: abbiamo chiamato la polizia per fare la denuncia e poi abbiamo telefonato all'autonoleggio per dichiarare quanto accaduto. 
Avevamo un'assicurazione che copriva tutti i danni, quindi non abbiamo pagato nulla. La Alamo dava anche il servizio interprete al telefono, ottimo per chi non mastica troppo bene l'inglese. 
 
13. TRASPORTI

Per muoversi sul posto si possono scegliere diversi mezzi di trasporto. 
Noi scegliamo in base al paese da visitare.
Ad esempio per gli Stati Uniti o per l'Europa di solito decidiamo di muoverci con un'auto a noleggio
I siti che utilizziamo per la prenotazione dell'auto sono autoeurope e rentalcars
In particolare, autoeurope offre spesso il rimborso della franchigia.
Quando si sceglie un noleggio, assicurarsi che ci siano tutte le assicurazioni incluse. Meglio se c'è anche il rimborso della franchigia. 
In altri paesi, soprattutto in Asia, preferiamo muoverci con i mezzi pubblici, i tuk tuk o i taxi. 
Il tuk tuk è ottimo per le brevi distanze.  
In tutti i paesi del sud-est asiatico ci sono pullman che collegano le principali località. 
Spesso, i viaggi sono lunghi per via della strade dissestate. 
Si viaggia insieme alla gente del posto, si ascolta la loro musica e si può godere del paesaggio. 
Esistono a volte anche gli sleeping bus. Al posto dei sedili ci sono dei veri e propri lettini. 
In pullman è bene avere qualcosa di pensante perchè l'aria condizionata è sempre altissima e si congela!!
In ogni città ci sono le stazioni di pullman, i biglietti si possono acquistare direttamente alla stazione dei bus oppure tramite guesthouse. I posti a bordo sono assegnati. 

Altri mezzi di trasporto che si possono utilizzare facilmente in Asia (soprattutto Thailandia e India) sono i treni, che non abbiamo ancora avuto il piacere di provare...ma rimedieremo presto!




Organizzare un viaggio autonomamente è più facile di quanto si pensi! Per chi non l'ha ancora fatto, consigliamo di iniziare con una meta abbastanza semplice come qualche città o magari un piccolo tour restando in Europa...




6 commenti:

  1. Pazzesco!!!!
    ...non manca niente!!! Bravissima.
    Il ragazzo che fà la valigia è un mito!!
    Lo voglio!!! ahhahaha

    RispondiElimina
  2. Fantastica guida per il fai da te!! un'ottimo punto da cui partire per buttarsi nella mischia del viaggio low cost!!clap clap
    Michela

    RispondiElimina
  3. Ma che bella guida per il fai da te. Completissima! Brava
    Marilena

    RispondiElimina
  4. veramente uno splendido e utilissimo vademecum, complimenti

    RispondiElimina